Published On: Wed, Mar 13th, 2013

Champions League: Messi impartisce una lezione di calcio al Milan, Barcellona ai quarti

969651-15871779-640-360

Il Milan esce umiliato dalla Champions League, vanificando cosi, tutto il vantaggio accumulato in casa. Strepitosa la prova di forza del Barcellona: ritmi altissimi e costanti, dall’inizio alla fine. E pensare che qualcuno li aveva già dati per finiti, dopo una serie negative di partite: il ciclo vincente del Barcellona sembra continuare.

Confermato il 4-3-3, dal vice Jordi Roura, rispetto alla partita d’andata ci sono solo poche novità di formazione: fuori Puyol per far spazio a Mascherano, mentre in attacco Fabregas cede il posto al guaje David Villa.  Allegri, che deve far a meno di Balotelli e Pazzini, da fiducia al giovane Niang, confermando anch’egli, come il vice tecnico del Barcellona, il 4-3-3.

Supportato, come al solito, da un pubblico incredibile, il Barcellona inizia il suo match nel migliore dei modi: al 5′ dopo una spettacolare azione tra Messi e Xavi, l’argentino prende la mira, carica il sinistro e gonfia la rete con un tiro a giro di rara bellezza. 1-0, Abbiati battuto.

Nonostante i spagnoli offrano sempre del puro calcio spettacolo, in chiave offensiva, lasciano molto spesso a desiderare in fase difensiva: al 38′ Mascherano perde una palla ingenua vicino il cerchio di centrocampo, ne approfitta Niang che si porta a tu per tu con Valdès: calcia una rasoiata potente e precisa, ma la palla va addosso al palo, con il portiere Blaugrana battuto.

A questo punto Messi deve essersi ricordato il vecchio detto calcistico che recita “gol sbagliato gol subito“, tanto che sul ribaltamento di fronte raddoppia con un altro bel tiro di sinistro. Nell’occasione del gol, però, Abbiati non è sembrato molto reattivo. Si chiude cosi un primo tempo dominato: 2-2 nel computo parziale di un match e mezzo.

Il secondo tempo riparte sulla falsa riga del primo: dominio Catalano. Al 55′ colpisce Villa, con un gradevole sinistro a giro, portando il Barcellona molto vicino a una qualificazione, che dopo l’andata si faceva insperata. Chiude la partita Jordi Alba al 92′, dopo un grossolano errore di Muntari, che perde palla sugli sviluppi di una punizione in attacco della squadra di Allegri: 4-0 partita chiusa e remuntada conclusa.

Le parole di Allegri nel post partita: “Complimenti comunque ai miei ragazzi. Hanno fatto una gara straordinario per la prima mezz’ora. Nel primo tempo non hanno tirato molto in porta. Dispiace per tutti, speravamo di fare una grande impresa, ma siamo riusciti a tenere una partita in piedi. Abbiamo avuto delle situazioni che potevamo sfruttare. E’ una squadra giovane, che deve crescere, avevamo 5 debuttanti in Champions; questa è una partita che ci farà crescere.”

Le parole di Jordi roura nel post partita: “Dispiace per tutti, speravamo di fare una grande impresa, ma siamo riusciti a tenere una partita in piedi. Abbiamo avuto delle situazioni che potevamo sfruttare. E’ una squadra giovane, che deve crescere, avevamo 5 debuttanti in Champions; questa è una partita che ci farà crescere.”

Altra partita della serata: Schalke 04 v Galatasaray 2-3

(Neustader17′, Bastos 63′ – Altintop 37′, Yilmaz 42′, Bulut 37′)

Turchi ai quarti di finale.

 

 

 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>